SEI IN > VIVERE CITTà DI CASTELLO > CRONACA
articolo

Quasi un etto di droga addosso, 20enne arrestato al parco

1' di lettura
70

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Città di Castello hanno tratto in arresto un 20enne, di origini straniere ma da tempo residente a Città di Castello, per l’ipotesi di reato di detenzione stupefacenti ai fini di spaccio.

I militari, impegnati in un servizio perlustrativo serale, nel transitare nei pressi di un parco pubblico adiacente ad un’area commerciale molto frequentata da giovanissimi, notavano il 20enne, in atteggiamento sospetto, che alla vista dei Carabinieri tentava di dileguarsi.

In considerazione delle circostanze nelle quali si contestualizzava la vicenda, riconosciuto l’individuo, che seppur di giovane età annovera svariati precedenti di polizia in materia di spaccio di stupefacenti, i militari procedevano ad un controllo.

Da subito, il giovane fermato si mostrava peraltro particolarmente agitato, tanto da far supporre che potesse occultare sulla propria persona sostanze illecite.

Accompagnato in caserma e sottoposto ad accurata perquisizione, sulla sua persona venivano rinvenuti 90 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish, destinata ad essere immessa nel circuito illegale cittadino, che il giovane teneva celata in una particolare tasca ricavata tra i pantaloni e l’abbigliamento intimo.

Alla luce di quanto sopra il 20enne è stato tratto in arresto, in attesa del rito direttissimo celebrato la mattina successiva, convalidato dall’Autorità Giudiziaria che rinviava l’udienza a seguito di richiesta dei termini a difesa.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook , WhatsApp e Telegram di Vivere Città di Castello .
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waCittadiCastello oppure aggiungere il numero 376 0319483 alla propria rubrica e inviare un messaggio con scritto "Notizie ON".
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @viverecittadicastello o Clicca QUI.


Questo è un articolo pubblicato il 02-02-2024 alle 11:04 sul giornale del 03 febbraio 2024 - 70 letture






qrcode