SEI IN > VIVERE CITTà DI CASTELLO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Insieme per regalare un “sorriso” ad Elia. Bella storia di umanità e solidarietà concreta di 18 Pro Loco e Società Rionali del territorio

3' di lettura
80

Insieme per regalare un “sorriso” ad Elia. Bella storia di umanità e solidarietà concreta di 18 fra Pro-Loco e Società Rionale del territorio tifernate da nord a sud, che in poco tempo hanno raccolto una somma da destinare ad una nobile causa.

Il ricavato della raccolta fondi andrà infatti a finanziare i progetti di sostegno e aiuto per la vita quotidiana di Elia Maltagliati, 10 anni, un bambino di Apecchio con parenti e tanti amici a Città di Castello, costretto da una grave forma di distrofia muscolare a deambulare in alcuni momenti con specifici ausili. Promotore di questa spontanea iniziativa di solidarietà, Fabio Fortuni, Presidente della Pro-Loco San Maiano, dal mese di novembre in sella alla guida di un rinnovato e motivato gruppo di giovani consiglieri e soci pronti ad adoperarsi non solo per organizzare eventi e feste paesane legate alle tradizioni ma come in questo caso per progetti che vengono direttamente dal “cuore” e sono in grado di abbattere anche sane rivalità e “campanili” fra territori ed esperienze diverse. La consegna del ricavato della “catena” di solidarietà fra Pro-Loco e Società Rionali avverrà ufficialmente Lunedi 12 Giugno qualche minuto prima del calcio di inizio del torneo di “Calcio a 5” tra paesi presso l’area verde di San Maiano, previsto per le ore 21,00.

Sarà propria Elia assieme ai suoi genitori, Tania Luchetti e Massimo Maltagliati, al Presidente della Pro-Loco di San Maiano, Fabio Fortuni e all’assessore alle Politiche Sociali del Comune, Benedetta Calagreti, a dare il via alla “strapaesana” di calcetto, che si concluderà venerdi 23 giugno. Come nelle grandi occasioni, prima dell’inizio delle gare, che saranno presentate da Gabrio Possenti, gli allievi della Scuola di musica, “I concertisti di Umbertide”, diretta dal maestro Gianfranco Contadini, eseguiranno brani musicali fra cui l’Inno di Mameli. “Tutto è nato in maniera spontanea dall’amicizia con, Massimiliano Bocciolesi e Mara Luchetti, sorella di Tania, la mamma di Elia, appassionati di escursioni, treekking e alpinismo, iscritti al Cai di Città di Castello. Abbiamo deciso di organizzare il torneo di calcio a 5 con una motivazione nobile dedicandolo in maniera concreta ad Elia”, dichiara con orgoglio ed un pizzico di commozione, Fabio Fortuni, che tiene a precisare di aver subito trovato nei colleghi presidenti di Pro-Loco e Società Rionale immediata adesione e solidarietà al progetto che poi si è tramutato in una concreta raccolta fondi con tanto di assegno personalizzato”.

Tutto è pronto dunque per dare il via ad una bella iniziativa di sport e solidarietà che il sindaco Luca Secondi e gli assessori alle Politiche Sociali, Benedetta Calagreti e allo Sport, Riccardo Carletti, hanno definito di grande significato ed esempio sotto ogni profilo: “l’unità di intenti di pro-loco e società rionali è davvero commovente e ci spinge tutti ad andare avanti insieme per progettare iniziative che hanno al centro il sorriso e la speranza come quella che ha per protagonista Elia. Bravi”. Fra Apecchio e Città di Castello, dove da anni opera in maniera instancabile l’associazione FDM, Parent Project, attiva a sostegno della ricerca per la cura della distrofia muscolare, rappresentata da Renato Pescari, si è attivato un vero e proprio legame di solidarietà all’insegna della passione per le escursioni, la natura e il desiderio di stare insieme all’aria aperta.

Per Vivere Città di Castello  è attivo il servizio di notizie in tempo reale anche su:   
Facebook | Telegram | WhatsApp | X (Twitter) | LinkedIn
Clicca e iscriviti!





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-06-2023 alle 10:47 sul giornale del 09 giugno 2023 - 80 letture






qrcode