SEI IN > VIVERE CITTà DI CASTELLO > CRONACA
articolo

Badante intascava denaro col bancomat dell'anziana, denunciata insieme alla figlia

1' di lettura
72

I Carabinieri della Stazione di Città di Castello hanno denunciato, in concorso tra loro, due donne, mamma e figlia di 38 e 19 anni, entrambe di origini albanesi, ma da lungo tempo residenti a Città di Castello, per indebito utilizzo di carte di credito avvenuto alcuni giorni addietro in quel centro.

La donna di 38 anni da alcuni mesi prestava servizio come badante presso l’abitazione di un’anziana del luogo e, proprio grazie all’adempimento delle proprie mansioni, era in possesso della carta bancomat e relativo codice PIN, che doveva usare per le incombenze della sua datrice di lavoro.

I parenti dell’anziana donna, però, hanno iniziato a constatare un considerevole ammanco di denaro dal conto corrente e pertanto si sono recati presso la caserma dei Carabinieri di Città di Castello presentando una denuncia contro ignoti.

I militari hanno attivato subito le indagini del caso facendo degli accertamenti bancari, sentendo dei testimoni e visionando le telecamere di sicurezza della banca. In effetti si è scoperto che la badante, unitamente alla propria figlia, in più occasioni si era recata al bancomat per effettuare dei prelievi, alcuni dei quali autorizzati e pertanto le relative somme consegnate all’anziana che accudiva, mentre altri prelievi, per un ammontare di alcune centinaia di euro, venivano intascati dalle due ad insaputa della titolare del conto corrente.

Acquisiti concreti elementi di prova a carico delle due donne, i Carabinieri di Città di Castello le hanno denunciate in stato di libertà, in concorso tra loro, alla Procura della Repubblica di Perugia per indebito utilizzo di carte di credito e pagamento.

Per Vivere Città di Castello  è attivo il servizio di notizie in tempo reale anche su:   
Facebook | Telegram | WhatsApp | X (Twitter) | LinkedIn
Clicca e iscriviti!



Questo è un articolo pubblicato il 05-06-2023 alle 15:37 sul giornale del 06 giugno 2023 - 72 letture






qrcode