“Convocare un consiglio comunale monotematico di vallata sulla Sanità”, lo chiede il PSI, il PD e la lista Civica Luca Secondi

2' di lettura 13/12/2021 - “Convocare, congiuntamente con gli altri enti locali dell’Alto Tevere, un consiglio comunale monotematico in materia di sanità, al fine di promuovere ed attuare un tavolo di confronto con l’ente regionale in vista del percorso di approvazione del nuovo piano sanitario”.

A chiedere alla massima assise cittadina di impegnare in questo senso il sindaco Luca Secondi e la giunta sono i capigruppo del Pd, Gionata Gatticchi, del Psi, Loriana Grasselli, e della Lista Civica Luca Secondi Sindaco, Rosanna Sabba, con una mozione nella quale sostengono la necessità di dare “un costruttivo contributo volto a migliorare e risolvere le evidenti situazioni di criticità esistenti in ambito sanitario locale, affrontando i temi cogenti della medicina del territorio, delle liste di attesa e del potenziamento del presidio ospedaliero di Città di Castello ed Umbertide in tutti i suoi reparti, a partire da quello di primo intervento”. Per gli esponenti della maggioranza consiliare “sono evidenti una serie di criticità nei servizi sanitari locali che devono essere affrontate rapidamente, anche sotto il profilo della programmazione e degli investimenti”.

“Tali criticità, spiegano Gatticchi, Grasselli e Sabba, si ripercuotono inevitabilmente sull’utenza, che si trova in molti casi costretta a dover ricorrere al sistema privato in ragione della non adeguata risposta fornita dal sistema pubblico”. “L’Alto Tevere è un importante e strategico territorio nel contesto Umbro, punto di riferimento di diverse comunità extra regionali per tanti settori, in primis quello sanitario”, affermano i firmatari della mozione, evidenziando che “tale ruolo necessita di costante attenzione da parte di tutti i livelli istituzionali, attraverso azioni di crescita con investimenti per il miglioramento e l’implementazione dei servizi, per l’innovazione delle strumentazioni sanitarie e per l’accrescimento delle professionalità da mettere in campo”.

“La pandemia ha creato una pressione inaspettata sulle nostre strutture sanitarie, sia sul lato della medicina territoriale che di quella ospedaliera, e ciò deve fungere da monito e stimolo per la programmazione del rilancio complessivo del sistema sanitario locale”, osservano i capigruppo di Pd, Psi e Lista Civica Luca Secondi Sindaco, nel segnalare come “le scelte ad oggi perpetuate dalla giunta regionale a trazione centrodestra, in opposizione alla missione salute del Pnrr, stanno mettendo in atto un processo di privatizzazione del sistema sanitario regionale”. “È dunque necessario, concludono Gatticchi, Grasselli e Sabba, tornare ad affermare con determinazione il principio secondo cui il diritto alla salute, anche in Umbria, deve fondarsi su una sanità pubblica e universalistica”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-12-2021 alle 21:40 sul giornale del 14 dicembre 2021 - 96 letture

In questo articolo si parla di attualità, città di castello, comunicato stampa, Comune di Città di Castello

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/czJ0





logoEV
logoEV