Derubata della borsa in chiesa, rintracciata la responsabile: è una 33enne di Città di Castello

1' di lettura 07/08/2020 - Nei giorni scorsi una signora di Città di Castello è rimasta vittima del furto della propria borsa che aveva riposto nella Sacrestia di una Chiesa del centro dove si era recata per alcune incombenze.

Sfortunatamente, la signora aveva ritirato poco prima la somma di € 1.500,00 in contanti per effettuare dei pagamenti e quindi il bottino asportatole è risultato assai cospicuo e la stessa, disperata, si è subito rivolta ai Carabinieri per sporgere denuncia dell’accaduto.

I militari della Stazione di Città di Castello si sono messi subito al lavoro riuscendo in poco tempo, grazie a delle testimonianze e ad altre complesse investigazioni, ad identificare e denunciare all’Autorità Giudiziaria, per l’ipotesi di furto, una donna 33enne di Città di Castello, già conosciuta dai Carabinieri per reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti.

Non è la prima volta che la giovane indirizza le proprie azioni delittuose nei luoghi di culto, tanto che anche nei mesi scorsi è stata denunciata per ipotesi analoghe all’interno di alcune chiese del centro storico ed in un’occasione anche di “ex voto” prontamente recuperato dai Carabinieri.






Questo è un articolo pubblicato il 07-08-2020 alle 13:03 sul giornale del 08 agosto 2020 - 1168 letture

In questo articolo si parla di cronaca, città di castello, umbria, articolo, niccolò staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bsPD





logoEV